The Man in the High Castle

13 Ott 2017

http://www.themaninthehighcastle.net/

The Man in the High Castle è un gioco di ruolo play by chat di carattere distopico.

Ambientazione

New York, 1965.

Sono passati meno di vent’anni dalla fine della seconda guerra mondiale e il conflitto e’ stato vinto dalle potenze dell’Asse. Gli Alleati sono stati sconfitti e hanno subito una massiccia invasione che ha portato al crollo delle democrazie occidentali e alla fine dell’Unione Sovietica. Mentre il Terzo Reich espandeva la propria influenza sull’intera Europa, fiancheggiato dal Regno d’Italia, i Giapponesi imponevano il loro dominio nel Pacifico. Nessuno e’ riuscito a ostacolare l’avanzata dei nazisti e dei nipponici e, alla fine del 1948, persino gli Stati Uniti sono capitolati.

Un Nuovo Ordine si e’ imposto nel mondo intero.

La nascita del Grande Reich Nazista ha previsto l’annessione della maggior parte dei territori europei, dell’Africa del sud e degli Stati Uniti orientali. Washington DC e’ stata completamente rasa al suolo durante la guerra a seguito di un bombardamento nucleare e la nuova capitale e’ diventata New York. Con l’occupazione tedesca l’intera amministrazione e’ passata nelle mani delle SS, dipendenti dal governo centrale di Berlino. I giapponesi hanno fondato gli Stati Giapponesi del Pacifico sulla Costa Occidentale, ridotta a poco piu’ di una colonia, con San Francisco come centro principale. Col passare degli anni, pero’, la convivenza tra le due superpotenze sul suolo americano e’ diventata sempre piu’ difficile: a livello internazionale la tensione sembra essere destinata a crescere. I nazisti possono certamente contare su un vantaggio militare, tecnologico e strategico, ma l’Impero Giapponese ha dimostrato di non essere piu’ disponibile al negoziato per l’aggiustamento territoriale come un tempo e ha respinto i nuovi accordi energetici richiesti dal Reich. Nel 1962 Adolf Hitler e’ morto, apparentemente per cause naturali ma il sospetto che il grande dittatore sia stato assassinato non ha mai abbandonato la mente dei suoi piu’ fedeli sostenitori. Berlino ha scelto Jonas Bauer come nuovo cancelliere.

Durante la fine della seconda guerra mondiale, mentre gli Stati Uniti subivano l’occupazione e si arrendevano all’invasore, gli stati centrali cadevano sotto il controllo della Resistenza. Nuclei di combattenti che rifiutano la sconfitta e sfruttano il riparo naturale offerto dalle montagne per mettere in salvo la popolazione civile e rifugiarsi in attesa di potersi riorganizzare. Gli Stati delle Montagne Rocciose fungono da cuscinetto fra le due superpotenze, una sorta di Zona Neutrale indipendente dai due Paesi invasori. La Resistenza e’ comunque rimasta vitale, benche’ sia una realta’ di fatto poco numerosa e male armata, ugualmente non disposta a cedere.

New York e’ controllata dalle SS, dopo la guerra a tutta la popolazione dei territori conquistati e’ stata concessa la cittadinanza, uno status che implica per la maggior parte doveri nei riguardi della nazione, ma e’ condizione necessaria per poter vivere nella nuova societa’. Le minoranze e gli indesiderati sono stati epurati e oggi la citta’ e’ governata con ordine assoluto. L’ubbidienza della popolazione e’ garantita da un servizio di polizia estremamente efficiente e dalla Gestapo che, insieme alle spie e agli informatori del servizio di sicurezza, monitora le tendenze pro-democratiche o critiche nei confronti del nazismo, considerate pericolose per lo Stato. La crisi giapponese non e’ stata mai risolta e le relazioni sono ancora molto tese. C’e’ grande diffidenza, gli uni nei confronti degli altri.

Nel maggio del 1964, il Comandante in capo delle SS Himmler viene assassinato mentre e’ in visita a New York. I colpevoli non sono stati individuati, ma il sospetto ricade sui giapponesi e sulla Resistenza americana.

Visita The Man in the High Castle

Pubblicato da themaninthehighcastle

Giocatori di The Man in the High Castle (1)

Vai all’archivio completo